Il servizio è gratuito e si effettua:

  • solo su prenotazione per i manoscritti, i libri a stampa editi sino al 1830, le pergamene, le musiche, i disegni, la cartografia, le raccolte speciali e gli archivi
  • anche senza prenotazione per il restante materiale.

Cosa si può consultare

  • Tutto il patrimonio bibliografico, archivistico e documentario conservato, in originale, se non disponibile in riproduzione (digitale o microfilmata)
  • I cataloghi cartacei e on line.

Alcuni materiali potrebbero essere temporaneamente esclusi dalla consultazione per esigenze conservative o perché indisponibili per mostre, restauri, ecc.

Chi può consultare

Tutti gli iscritti che abbiano compiuto 16 anni di età.

Gli iscritti che hanno compiuto 14 anni di età possono consultare solo il materiale a stampa moderno (edito dopo il 1830) e i materiali riprodotti in digitale o in microfilm.

Non è prevista l’iscrizione per i minori di 14 anni.

Come iscriversi

Compilare modulo di iscrizione on line, oppure il modulo cartaceo disponibile in sede (è richiesto un documento di identità).
Sono iscritti – e non devono compilare nuovamente il modulo – coloro che hanno già usufruito del servizio di consultazione.

Come prenotare la consultazione

  • compilando il modulo in fondo a questa pagina
  • per telefono, per chi non dispone di accesso a Internet: 035-399430.

Le prenotazioni da remoto vanno inoltrate con 2 giorni di anticipo.
Numero massimo di prenotazioni giornaliere: sei (corrispondenti ad altrettante segnature).
Il numero massimo di prenotazioni può essere raggiunto anche presentando in sede richieste aggiuntive a quanto già prenotato, compilando cedole bianche per i libri moderni, azzurre per riviste e giornali, rosa per tutto il resto. Orari della distribuzione in sede: cedola rosa 9.00-11.40 ; 14.00-16.30; cedole azzurra e bianca 09.00-16.30. Al sabato tutti i servizi di distribuzione terminano alle 12.30.

Non è prevista la prenotazione dei tavoli per lo studio con libri propri e per la consultazione dei cataloghi on line: essi verranno assegnati a richiesta, se liberi, al banco accoglienza.

Come accedere alle sale di consultazione

Rivolgendosi al banco accoglienza nell’Atrio l’utente riceve una chiave numerata che identifica:

  • l’armadietto per il deposito di borse, zaini ed effetti personali (nn. 25-39 a piano terra, alla base dello scalone di accesso al piano superiore; nn. 1-24 al primo piano, prima dell’ingresso alle sale)
  • il tavolo nelle sale riservato per la consultazione o lo studio (nn. 1-12 per consultazione manoscritti, libri antichi, rari e archivi; nn. 13-28 per consultazione libri moderni e studio con libri propri; nn. 31-37 per consultazione periodici; nn. 38-39 per visione microfilm).

Nelle sale non è possibile introdurre borse e zaini, cibi e bevande, penne di qualsiasi tipo.

Non è concesso lo spostamento su tavoli diversi da quello assegnato, anche se liberi.

Dove e come consultare

Si raccomanda di igienizzare sempre le mani con l’apposito gel prima di entrare in contatto con libri e oggetti presenti in Biblioteca.

Saletta dei ritratti. Piano terra. Accesso dall’Atrio, in fondo a destra.

Sono presenti:

  • una postazione per la consultazione dei cataloghi on line (accesso libero)
  • una postazione per la navigazione in Internet (accesso libero con credenziali di Bergamo WiFi)
  • una selezione di novità librarie (accesso libero)

Saltuariamente la sala ospita esposizioni di materiali conservati dalla Biblioteca.

Sala Coggiola. Piano terra. Accesso dalla Saletta dei ritrtti.

E’ presente il catalogo storico a schede, consultabile con l’ausilio del personale della Biblioteca.

Salone Furietti. Piano primo. Accesso dallo scalone a sinistra dell’Atrio.

Sono presenti:

  • 12 tavoli (nn-1-12) per la consultazione di manoscritti, libri antichi, rari e archivi. Per la manipolazione è richiesto l’utilizzo di guanti in nitrile, non forniti dalla Biblioteca. La consultazione simultanea di più pezzi può avvenire solo per esigenze di confronto.
  • 16 tavoli (nn. 13-28) per la consultazione delle opere a stampa moderne e per lo studio con libri propri
  • una postazione per la consultazione dei cataloghi on line (accesso libero)
  • una postazione per la navigazione in Internet (accesso libero con credenziali di Bergamo WiFi)
  • opere generali di consultazione poste nelle scaffalature in legno secondo l’ordinamento della Classificazione Decimale Dewey
  • opere di consultazione riguardanti Bergamo e il suo territorio, poste in apposite scaffalature in legno secondo l’ordinamento della Classificazione Decimale Dewey. Le segnature sono precedute dal prefisso BG.
  • strumenti di corredo cartacei descrittivi di alcuni fondi librari, iconografici e archivistici (molti di essi disponibili anche in formato digitale sul sito della Biblioteca. Chiedere all’addetto di sala).
  • il catalogo a schede dei manoscritti (chiedere all’addetto di sala)
  • il catalogo a schede della raccolta tassiana (chiedere all’addetto di sala)
  • altri cataloghi a schede relativi a fondi e raccolte librarie, musicali, archivistiche (chiedere all’addetto di sala).

Le opere consultate possono essere lasciate in sospeso per il completamento dello studio nei giorni successivi (non oltre la settimana e in numero di due).
Terminata la consultazione, le opere vanno riconsegnate all’addetto di sala.

Le richieste di opere conservate nei depositi vanno inoltrate compilando la cedola bianca (opere moderne a stampa) o rosa (tutto il resto).

Saletta periodici. Piano primo. Accesso dallo scalone a sinistra dell’Atrio.

Sono presenti:

  • 7 tavoli (nn. 31-37) per la consultazione dei periodici
  • i quotidiani del giorno e del mese corrente
  • l’ultimo numero di oltre 200 riviste correnti
  • le ultime dieci annate delle riviste correnti esposte, collocate sul soppalco
  • l’intera raccolta di alcune riviste locali o di interesse locale
  • numerosi indici di riviste possedute
  • una postazione per la consultazione dei cataloghi on line (accesso libero)
  • una postazione per la navigazione in Internet (accesso libero con credenziali di Bergamo WiFi).

Le richieste di periodici conservati nei depositi vanno inoltrate compilando la cedola azzurra.

Saletta microfilm. Piano primo. Accesso dalla Sala periodici.

Sono presenti:

  • due visori di microfilm (nn. 38-39). Il montaggio dei nastri è curato dall’addetto di sala
  • un fotoriproduttore per le riproduzioni digitali di materiali moderni. L’utilizzo è riservato all’addetto di sala.

    Richiesta di consultazione

    I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

    Nome e Cognome*

    E-mail*

    Numero di tessera o codice fiscale*

    Tipo materiale richiesto*

    Data consultazione* (Attendere sempre conferma prima di passare in Biblioteca)

    Turno prescelto*

    Autore* (in caso di Archivi, indicare il nome dell'Archivio come riportato sul sito)

    Titolo*

    Segnatura*

    Numero di inventario

    Note e precisazioni