biblioteca_mai Nessun commento

Giorno della Memoria 2023

Il 27 gennaio è il Giorno della Memoria, proclamato per ricordare la data in cui, nel 1945, il campo di concentramento di Auschwitz fu liberato, rivelando al mondo l’orrore del genocidio nazista. L’Amministrazione comunale di Bergamo celebra ogni anno la ricorrenza perché fare memoria, ricordare e riflettere sulla nostra storia più recente aiuta a comprendere il presente.

Venerdì 27, dalle ore 16.30, anche la Biblioteca Mai partecipa all’iniziativa con la proposta Testimonianze vive. Liliana Segre e il valore della memoria: nel Salone Furietti il Maestro Massimiliano Motterle eseguirà al pianoforte brani musicali attinenti la cultura ebraica ed evocativi della tragica esperienza della Shoah, alternati a letture, realizzate dal Centro Universitario Teatrale CUT Bergamo, di scritti e interventi inerenti il valore della memoria come pratica fondamentale di consapevolezza, testimoniata in particolare dalle esperienze di vita e dai contributi di riflessione della senatrice a vita Liliana Segre. A corredo dell’iniziativa, esposizione bibliografica delle ultime acquisizioni relative al tema della Shoah e della memoria.

In collaborazione con il Conservatorio Gaetano Donizetti di Bergamo,

Prenotazione consigliata scrivendo a info@bibliotecamai.org o telefondando allo 035-399430.

Scarica il pieghevole o la locandina con tutte le iniziative comunali.

biblioteca_mai Nessun commento

#maididomenica 2023

Viaggio tra i Tesori della Biblioteca Angelo Mai

Visite guidate gratuite

Nell’anno di Bergamo Brescia Capitale della Cultura non poteva mancare la riproposta di #maididomenica, le visite guidate gratuite alla Biblioteca Civica Angelo Mai offerte al pubblico le ultime domeniche di ogni mese.

Dal 29 gennaio al 10 dicembre, sostenute dall’Associazione Amici della Biblioteca e in dialogo ideale con analoga iniziativa organizzata dalla Biblioteca Queriniana di Brescia, le visite sono suddivise in due parti: nella prima i Bibliotecari, coadiuvati da Volontari e Soci dell’Associazione Amici, illustrano la storia di Palazzo Nuovo, delle sue ornamentazioni e delle sue opere d’arte, e riassumono le vicende della formazione e dello sviluppo della Biblioteca Civica; nella seconda sono offerti in visione diretta, di volta in volta diversi, esemplari rari e di pregio dell’immenso patrimonio librario e documentario conservato dalla Biblioteca.

Due le visite mattutine, della durata di circa un’ora, con partenze alle 10 e alle 11.30. E’ consigliata la prenotazione scrivendo a info@bibliotecamai.org, indicando nome, cognome, recapito telefonico, numero di partecipanti, data e orario prescelto; oppure telefonando allo 035-399430. Sono accettati visitatori aggiuntivi anche non prenotati fino al raggiungimento del numero massimo delle presenze consentite.

Si inizia domenica 29 gennaio con il Viaggio tra i Tesori della Biblioteca Angelo Mai, alla scoperta di alcuni pezzi tra i più preziosi e significativi, dai quali sono state tratte le immagini per il Calendario artistico 2023 curato dall’Associazione Amici. A conclusione della visita, sarà possibile approfittare della presenza dei curatori per una guida alla mostra allestita nell’Atrio scamozziano, dal titolo «Con le vostre divine lettere». Gli epistolari di Bernardo, Torquato ed Ercole Tasso tra manoscritti e stampe.

Scarica il programma con tutte le date.

biblioteca_mai Nessun commento

«Espressione d’onore e d’amore; o vero, imagine dell’animo»

I libri di lettere nel Cinquecento

Ciclo di conferenze organizzate dal Centro di Studi Tassiani
e dalla Biblioteca Civica Angelo Mai di Bergamo

 

Nel Cinquecento il mercato del libro italiano viene quasi letteralmente invaso da edizioni di raccolte epistolari, spesso presentate come utili modelli per scrivere lettere con eleganza, in un buon volgare. A partire dall’edizione delle Lettere di Pietro Aretino (1538) si moltiplicano le raccolte epistolari di singoli autori e le antologie miscellanee, tutte però caratterizzate da affascinanti operazioni editoriali di autocensura, riscrittura, occultamento o camuffamento di dati cronologici e di luogo, di nomi di mittenti e destinatari, al fine di celare notizie compromettenti o di avere migliore accoglienza presso il personaggio illustre a cui la raccolta viene dedicata.
Le tematiche affrontate nelle missive di letterati, uomini politici e illustri religiosi sono svariate e non solo contribuiscono a delineare un quadro delle vicende letterarie dell’Italia del XVI secolo, ma offrono anche informazioni politiche e militari sui drammatici eventi delle guerre d’Italia e delle tensioni religiose dell’epoca.
Il ciclo di conferenze «Espressione d’onore e d’amore; o vero, imagine dell’animo». I libri di lettere nel Cinquecento, intende proporre la lettura di alcuni libri di lettere di importanti autori del XVI secolo, cercando di porre in rilievo gli aspetti più curiosi e peculiari di questi testi, sempre in bilico tra pubblico e privato.

 

Venerdì 2 dicembre 2022, ore 18.00
Biblioteca Civica Angelo Mai, Salone Furietti, Piazza Vecchia 15, Bergamo

Paolo Procaccioli (Università degli Studi della Tuscia)
La Bergamo dei corrieri e dei libri di lettere.
Una capitale per l’epistolografia della prima età moderna

*****

Giovedì 19 gennaio 2023, ore 18.00
Biblioteca Civica Angelo Mai, Salone Furietti, Piazza Vecchia 15, Bergamo

Franco Tomasi (Università degli Studi di Padova – Centro di Studi Tassiani)
«Molte fiate non fornisco le lettere, ma le straccio, e poi le ricomincio a trascrivere»:
le lettere tassiane da Sant’Anna

*****

Venerdì 10 febbraio 2023, ore 18.00
Biblioteca Civica Angelo Mai, Salone Furietti, Piazza Vecchia 15, Bergamo

Elisabetta Selmi (Università degli Studi di Padova – Centro di Studi Tassiani)
Veronica Gambara, Lucia Albani, Isotta Brembati:
per l’epistolografia femminile tra ‘matronage’ culturale e storia politica

*****

Venerdì 24 febbraio 2023, ore 18.00
Biblioteca Civica Angelo Mai, Salone Furietti, Piazza Vecchia 15, Bergamo

Clizia Carminati (Università degli Studi di Bergamo – Centro di Studi Tassiani)
“La fenice degli stampatori”. Comino Ventura e i Tasso

 

Prima di ciascuna conferenza, alle ore 17.30, nell’Atrio Scamozziano della Biblioteca, si svolgerà una visita guidata alla mostra «Con le vostre divine lettere». Gli epistolari di Bernardo, Torquato ed Ercole Tasso tra manoscritti e stampe (18 novembre 2022 – 28 febbraio 2023), a cura di Cristina Cappelletti, Massimo Castellozzi, Elisabetta Olivadese.

 

Comitato scientifico: Luca Bani (Università degli Studi di Bergamo),
Franco Tomasi (Università degli Studi di Padova), Maria Elisabetta Manca (Biblioteca Civica A. Mai)
Responsabile organizzativo: Cristina Cappelletti (Università degli Studi di Bergamo)

 

Scarica il Programma

Posti disponibili sino ad esaurimento

Per informazioni: info@bibliotecamai.org
035 399430-431

 

Con il patrocinio di

Associazione degli Italianisti (ADI)

Università degli Studi di Bergamo

Archilet – Archivio delle corrispondenze letterarie italiane di Età moderna (secoli XV-XVII)

 

 

biblioteca_mai Nessun commento

Giornata Tassiana 2022

Venerdì 18 novembre, dalle ore 16.30, si svolge in Biblioteca la tradizionale Giornata tassiana, organizzata dal Centro Studi Tassiani.

L’appuntamento offre quest’anno l’occasione per un incontro con il Prof. Rossano Pestarino (Università di Pavia) che terrà la prolusione «Musa, che ’n rozzo stil…»: il laboratorio delle rime.

Seguirà il conferimento del Premio Tasso 2022 a Edoardo Simonato per il saggio Sulla donna attempata di un sonetto di Torquato Tasso. Lettura di «O nemica d’amor, che sì ti rendi».

La Giornata Tassiana si concluderà con l’inaugurazione della mostra «Con le vostre divine lettere». Gli epistolari di Bernardo, Torquato ed Ercole Tasso tra manoscritti e stampe allestita nell’Atrio Scamozziano.

La Giornata potrà essere seguita in modalità telematica collegandosi all’indirizzo: meet.google.com/zrb-hbvb-qfo

Scarica il programma completo: Giornata tassiana 2022

biblioteca_mai Nessun commento

#maididomenica 2022

Sguardi sul Novecento

Itinerari domenicali tra i tesori della
Biblioteca Civica Angelo Mai

Visite guidate gratuite

Tornano dal 27 febbraio #maididomenica, le visite guidate gratuite alla Biblioteca Civica Angelo Mai offerte al pubblico le ultime domeniche di ogni mese.

Sostenuta dall’Associazione Amici della Biblioteca, che l’ha promossa fin dal 2017, l’iniziativa prevede visite suddivise in due parti: nella prima i Bibliotecari, coadiuvati da Volontari e Soci dell’Associazione Amici, illustrano la storia di Palazzo Nuovo, delle sue ornamentazioni, delle opere d’arte insieme alle vicende della formazione e dello sviluppo della Biblioteca Civica; nella seconda sono offerti in visione diretta, di volta in volta diversi, esemplari rari e di pregio dell’immenso patrimonio librario e documentario conservato dalla Biblioteca.

Due le visite mattutine, della durata di circa un’ora, con partenze alle 10 e alle 11.30. Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@bibliotecamai.org, indicando nome, cognome, recapito telefonico, numero di partecipanti, data e orario prescelto; oppure telefonando allo 035-399430. Sono accettati visitatori aggiuntivi anche non prenotati fino al raggiungimento del numero massimo delle presenze consentite. Per l’accesso restano indispensabili: l’uso della mascherina e il Green pass rafforzato fino a nuove disposizioni governative.

Si inizia domenica 27 febbraio con La pubblicità nei periodici, breve viaggio alla scoperta di alcune tra le migliaia di immagini pubblicitarie presenti all’interno delle riviste conservate in Biblioteca.

Scarica il programma con tutte le date.

biblioteca_mai Nessun commento

Alberto da Villa d’Ogna e la sua comunità

Venerdì 9 settembre, alle ore 18, nel Salone Furietti, si svolge la presentazione del libro Alberto da Villa d’Ogna e la sua comunità, di Giovanni Brembilla, Maria Teresa Brolis, Andrea Capelli e Luca Pendezza, edito da Pliniana Editrice e dalla Parrocchia di Villa d’Ogna.

Lo studio prende in esame le fonti dell’archivio villaonese e offre alcuni elementi innovativi riguardo la vita e la diffusione del culto riservato al Beato Alberto nel contesto natale. Tra il Medioevo e la piena Età moderna la devozione verso Alberto da Villa d’Ogna si propaga nelle città padane e nel contesto alpino, giungendo persino oltreoceano, come si evince grazie al ricco apparato iconografico. L’adesione della comunità in Val Seriana al proprio illustre concittadino si rinnova all’inizio del Novecento con la traslazione delle reliquie del Beato Alberto da Cremona alla chiesa parrocchiale di Villa d’Ogna, rinnovato santuario di approdo del culto albertino.

Oltre agli autori, intervengono alla presentazione Dario Personeni e Marco Carobbio.

Per partecipare è consigliata la prenotazione. Scrivere a info@bibliotecamai.org indicando nome e cognome, recapito telefonico e numero di persone che desiderano prenotarsi. Oppure telefonare allo 035-399430.

Scarica l’invito e la locandina.

biblioteca_mai Nessun commento

Un’imprenditoria medievale

Mercoledì 18 maggio 2022, alle ore 18, il Salone Furietti ospita la lezione aperta Un’imprenditoria medievale: traffici, lingue e cultura dei mercanti bergamaschi fra Tre e Quattrocento, tenuta dai professori dell’Università di Bergamo Paolo Buffo e Federica Guerini.

L’incontro si inserisce in Bergamo Next Level, iniziativa nata nel 2021 all’interno dell’Università degli studi di Bergamo, in collaborazione con l’Associazione Pro Universitate Bergomensi, per offrire a città e provincia l’occasione di un confronto in ascolto delle richieste provenienti da comunità e territori particolarmente segnati dalla pandemia.

Il progetto, oggi giunto alla  seconda edizione, si impegna a rimettere al centro di una settimana di eventi rivolti al pubblico – dal 12 al 20 maggio – idee e ricerche caratterizzate dall’intento di arginare i segnali di una crisi ambientale, socioculturale ed economica con una rinnovata spinta di rigenerazione che fa proprie intuizioni, analisi, riflessioni e indagini condotte in ottica di sostenibilità e creazione di un bene comune.

Durante la lezione saranno visibili, in una bacheca appositamente allestita, alcuni pezzi significativi  del patrimonio della Biblioteca inerenti il tema trattato.

Scarica la locandina dell’evento e il programma completo di Bergamo Next Level 2022.

biblioteca_mai Nessun commento

Voci dall’antico 2022

Anche quest’anno, a partire da venerdì 8 aprile, la Biblioteca ospita le letture che l’Associazione K’epos propone all’interno della rassegna Voci dall’Antico. In questa XIII edizione, organizzata con il patrocinio del Comune di Bergamo, i docenti Mauro Messi, Luigi Venezia e Paolo Cesaretti presenteranno tre figure di donne ‘all’ombra del potere’ nel mondo antico: Saffo, Aspasia e Teodora.

Gli incontri si svolgeranno nel Salone Furietti, alle ore 18. L’accesso è libero presentando il green pass rafforzato; è richiesta la mascherina FFP2. Il numero di posti disponibili è limitato a 50.

Queste le date e i titoli degli appuntamenti:

  • venerdì 8 Aprile, Mauro Messi, Saffo tra amore e politica
  • venerdì 22 Aprile, Luigi Venezia, Aspasia: il potere nell’ombra
  • venerdì 29 Aprile, Paolo Cesaretti, L’augusta Teodora, sposa di Giustiniano.

Scarica la locandina con il programma.

biblioteca_mai Nessun commento

Presentazione del libro Sandro Angelini

La Biblioteca Angelo Mai e il Museo delle Storie di Bergamo propongono – venerdì primo aprile 2022, alle ore 18, presso il Salone Furietti della Biblioteca – la presentazione del libro Sandro Angelini. Architetto in Bergamo e conservatore internazionale nel secondo Novecento, di Sandro Scarrocchia, edito da Mimesis.

Insieme all’autore, docente di Storia dell’Arte al Politecnico di Milano, intervengono Chiara Dezzi Bardeschi, professoressa di Restauro archeologico del Politecnico di Milano e consulente UNESCO, e Carlo Simoncini, autore di «Quell’uom di multiforme ingegno». Vita di Sandro Angelini. Coordina Marco Biraghi, professore Ordinario di Storia dell’architettura del Politecnico di Milano. Presenziano Maria Elisabetta Manca, responsabile della Biblioteca, e Roberta Frigeni, direttrice del Museo.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. L’incontro è anche trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube della Biblioteca.

Scarica la locandina-invito con informazioni aggiuntive sul volume e sull’autore.

biblioteca_mai Nessun commento

Giorno della Memoria 2022

Il 27 gennaio è stato proclamato, per legge della Repubblica Italiana, Giorno della Memoria, con lo scopo di ricordare il giorno in cui, nel 1945, il campo di Auschwitz si mostrò agli occhi del mondo, con il suo carico di orrori e violenza.
L’Amministrazione comunale di Bergamo celebra ogni anno la ricorrenza perché fare memoria, ricordare e riflettere sulla nostra storia più recente e le sue ricadute sulla comunità è parte del comune impegno civile.

Giovedì 27, dalle ore 16.30, anche la Biblioteca Mai partecipa all’iniziativa con la proposta L’invenzione della ‘razza’ e la Shoah: nell’Atrio scamozziano saranno eseguiti dal vivo brani musicali espressione della cultura ebraica, a cura del Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo, alternati a letture, realizzate dal Centro Universitario Teatrale CUT Bergamo, tratte da opere conservate in Biblioteca inerenti il tema della Shoah e che testimoniano il ruolo del concetto di ‘razza’, utilizzato senza fondamenti scientifici a scopi propagandistici. A corredo dell’iniziativa, esposizione bibliografica delle opere sull’argomento acquisite dalla Biblioteca negli ultimi due anni.

Per assistere all’evento, che si svolge durante il normale orario di apertura della Biblioteca, è necessaria la prenotazione (inviare richiesta a info@bibliotecamai.org).
Per l’accesso all’Atrio è richiesta la certificazione verde ‘rafforzata‘ e un documento di identità.

Scarica il pieghevole con tutte le iniziative comunali.