biblioteca_mai Nessun commento

L’arte della persuasione

La pubblicità nelle riviste tra Otto e Novecento
nelle raccolte della Biblioteca Angelo Mai

8 luglio – 30 ottobre 2022

Visite guidate tutti i giovedì alle 16.30

Dall’insegna di barbiere nelle vie della Pompei romana alla finestra pop-up che si impone al navigatore del web, la pubblicità permea la nostra vita. La sua lunga storia transita attraverso appuntamenti importanti che ne hanno determinato lo sviluppo e la fisionomia: l’invenzione della stampa a caratteri mobili e il conseguente incremento di circolazione di libri e di periodici, che dalla seconda metà del Seicento si rivelano veicoli ottimali per le informazioni commerciali; la rivoluzione industriale, che con l’incremento della produzione di oggetti d’uso e di consumo in concorrenza tra loro favorisce un benessere economico esteso a fasce di popolazione sempre più ampie e genera nuovi mercati e potenziali acquirenti; l’evoluzione tecnologica avviata alla fine del XVIII secolo, che concretizza, grazie a una resa sempre più raffinata delle immagini a stampa, strumenti di comunicazione immediata in una società pervasa da rapide attività. Questa mostra non ambisce a illustrare la storia della pubblicità ma intende offrire un breve viaggio nella creatività e nell’inventiva, tra marchi sconosciuti e prodotti noti, senza l’assillo di dover resistere alla persuasione dell’acquisto o cedere al fascino del consumo. Le immagini selezionate sono tratte dal ricco patrimonio di periodici editi tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento conservati presso la Biblioteca Civica Angelo Mai, in gran parte eredità e memoria della lunga e laboriosa storia dell’Istituto Italiano di Arti Grafiche.

Read more

biblioteca_mai Nessun commento

Millegradini 2022

Si rinnova l’appuntamento con l’iniziativa Millegradini, dodicesima edizione della camminata culturale per le vie, le scalette e le bellezze di Bergamo.

Per l’occasione, la Biblioteca Angelo Mai apre al percorso l’Atrio scamozziano in entrambe le giornate della manifestazione, sabato 17 e domenica 18, dalle ore 9 alle ore 17. I camminatori avranno l’opportunità di visitare l’Atrio con le sue sculture, la mostra L’arte della persuasione. La pubblicità nelle riviste tra Otto e Novecento nelle raccolte della Biblioteca Angelo Mai, e potranno ritirare un pacco a sorpresa contenente libri doppi, a fronte di una minima offerta a favore dell’Associazione Amici della Biblioteca Angelo Mai.

L’ingresso è libero, vi aspettiamo numerosi.

Mantenetevi aggiornati sulle prossime iniziati iscrivendovi alla newsletter. e seguendoci su Instagram e Facebook.

biblioteca_mai Nessun commento

Alberto da Villa d’Ogna e la sua comunità

Venerdì 9 settembre, alle ore 18, nel Salone Furietti, si svolge la presentazione del libro Alberto da Villa d’Ogna e la sua comunità, di Giovanni Brembilla, Maria Teresa Brolis, Andrea Capelli e Luca Pendezza, edito da Pliniana Editrice e dalla Parrocchia di Villa d’Ogna.

Lo studio prende in esame le fonti dell’archivio villaonese e offre alcuni elementi innovativi riguardo la vita e la diffusione del culto riservato al Beato Alberto nel contesto natale. Tra il Medioevo e la piena Età moderna la devozione verso Alberto da Villa d’Ogna si propaga nelle città padane e nel contesto alpino, giungendo persino oltreoceano, come si evince grazie al ricco apparato iconografico. L’adesione della comunità in Val Seriana al proprio illustre concittadino si rinnova all’inizio del Novecento con la traslazione delle reliquie del Beato Alberto da Cremona alla chiesa parrocchiale di Villa d’Ogna, rinnovato santuario di approdo del culto albertino.

Oltre agli autori, intervengono alla presentazione Dario Personeni e Marco Carobbio.

Per partecipare è consigliata la prenotazione. Scrivere a info@bibliotecamai.org indicando nome e cognome, recapito telefonico e numero di persone che desiderano prenotarsi. Oppure telefonare allo 035-399430.

Scarica l’invito e la locandina.

biblioteca_mai Nessun commento

#maididomenica 2022

Sguardi sul Novecento

Itinerari domenicali tra i tesori della
Biblioteca Civica Angelo Mai

Visite guidate gratuite

Tornano dal 27 febbraio #maididomenica, le visite guidate gratuite alla Biblioteca Civica Angelo Mai offerte al pubblico le ultime domeniche di ogni mese.

Sostenuta dall’Associazione Amici della Biblioteca, che l’ha promossa fin dal 2017, l’iniziativa prevede visite suddivise in due parti: nella prima i Bibliotecari, coadiuvati da Volontari e Soci dell’Associazione Amici, illustrano la storia di Palazzo Nuovo, delle sue ornamentazioni, delle opere d’arte insieme alle vicende della formazione e dello sviluppo della Biblioteca Civica; nella seconda sono offerti in visione diretta, di volta in volta diversi, esemplari rari e di pregio dell’immenso patrimonio librario e documentario conservato dalla Biblioteca.

Due le visite mattutine, della durata di circa un’ora, con partenze alle 10 e alle 11.30. Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@bibliotecamai.org, indicando nome, cognome, recapito telefonico, numero di partecipanti, data e orario prescelto; oppure telefonando allo 035-399430. Sono accettati visitatori aggiuntivi anche non prenotati fino al raggiungimento del numero massimo delle presenze consentite. Per l’accesso restano indispensabili: l’uso della mascherina e il Green pass rafforzato fino a nuove disposizioni governative.

Si inizia domenica 27 febbraio con La pubblicità nei periodici, breve viaggio alla scoperta di alcune tra le migliaia di immagini pubblicitarie presenti all’interno delle riviste conservate in Biblioteca.

Scarica il programma con tutte le date. Qui il pieghevole.

biblioteca_mai Nessun commento

#maididomenica per Sant’Alessandro 2022

Nel mese di agosto l’iniziativa #maididomenica si inserisce nel programma curato dal Comune di Bergamo, Assessorato alla Cultura, per le celebrazioni dedicate a Sant’Alessandro 2022, che hanno per tema la Pace e si terranno dal 22 al 28 agosto.

L’apertura straordinaria e le visite guidate alla Biblioteca non si svolgeranno quindi la domenica, ma venerdì 26 agosto, dalle 10 alle 18. I bibliotecari accompagneranno i visitatori nell’Atrio scamozziano, dove è allestita la mostra L’arte della persuasione. La pubblicità nelle riviste tra Otto e Novecento nelle raccolte della Biblioteca Angelo Mai; nel Salone Furietti, che offrirà in visione due splendidi corali aperti alle miniature dedicate al Santo Patrono; nella Sala Tassiana con i Globi di Vincenzo Maria Coronelli.

Questi gli orari di partenza delle visite: 10.15, 11.30, 12.45, 14.30, 15.45, 17.00 per un massimo di 20 persone in contemporanea. L’ingresso è gratuito e la prenotazione è consigliata: scrivere una mail a info@bibliotecamai.org indicando nome, cognome, recapito telefonico, numero di partecipanti e orario prescelto; oppure telefonare allo 035-399430.

Scarica il programma completo con tutte le iniziative organizzate dal Comune e dalla Diocesi di Bergamo.

biblioteca_mai Nessun commento

Questo libro è vivo

Narrare il patrimonio della Biblioteca Angelo Mai

 

Secondo l’Unesco Public Library Manifesto (1994), «i servizi della biblioteca pubblica sono erogati con il presupposto di un pari accesso a tutti, senza distinzione di età, etnia, sesso, religione, nazionalità, lingua o stato sociale». Alle biblioteche pubbliche è riconosciuto un ruolo primario nel processo di «community building» in quanto quest’ultimo è «strettamente legato alla sostenibilità sociale».

Da queste convinzioni ha preso avvio nell’ottobre 2021 il progetto della Commissione culturale Mai Nessuno Escluso, volto a favorire un più ampio accesso alla conoscenza del patrimonio della Biblioteca da parte di una porzione sempre più significativa della comunità: i cittadini di origine straniera, di seconda e di prima generazione riconoscendo alla Biblioteca un ruolo cruciale per costruire il senso di appartenenza a Bergamo e alla sua storia. Nata nel clima illuministico del diciottesimo secolo che perseguiva il fine della «pubblica utilità», essa custodisce la più grande e significativa raccolta della tradizione storica e culturale della città di Bergamo e del suo territorio.

Nell’ambito del progetto Mai Nessuno Escluso, che ha portato alla creazione di Questo libro è vivo, un audio-percorso, undici cittadini di origine italiana e straniera (Colombia, Egitto, Iran, Marocco, Perù, Romania, Ucraina, Taiwan) hanno avuto l’opportunità di esplorare da vicino il patrimonio di questa importante istituzione cittadina.
Le immagini della città – mappe, cartografie, disegni, almanacchi, stampe, fotografie, illustrazioni, preziose cinquecentine e miniature – selezionate insieme al personale scientifico della Biblioteca, capaci di restituire nel tempo una immagine della città in via di trasformazione, ma anche la vita dei suoi abitanti, le scelte amministrative e private e, soprattutto, le visioni che di Bergamo si sono succedute nei secoli, sono state alla base del lavoro di narrazione. Ciascun partecipante ha scelto un’opera in particolare e, grazie all’universalità del linguaggio narrativo, l’ha intrecciata al proprio vissuto.
I narratori sono diventati così interpreti del legame tra la Biblioteca Mai e la collettività che se ne prende cura. La narrazione di persone con storie ed età diverse ha posto simbolicamente al centro uno sguardo multidisciplinare e aperto alla diversità consentendo ai partecipanti di vivere la prossimità al luogo non solo come vicinanza fisica, ma anche e soprattutto come legame di senso. Il legame fra patrimonio della biblioteca e Città è stato particolarmente importante per i nuovi cittadini per creare ulteriori legami di senso con il luogo dove vivono.

Il desiderio che ha mosso l’intero progetto è che tutti coloro che ascolteranno le narrazioni possano compiere un’esperienza di allargamento dello sguardo attraverso la ricchezza dei significati emersi da un incontro unico e irripetibile tra le testimonianze custodite nella Biblioteca e la vita dei cittadini. Questo libro è vivo rappresenta a livello nazionale una esperienza unica di narrazione all’interno di una biblioteca e mediante il patrimonio librario e archivistico.

Guarda il video di presentazione del progetto.

Le narrazioni

An-Ying Lee
Sant’Alessandro martire, iniziale miniata: C («Celebris nobis advenit lux»)
MIA Corale A, f. 64r
cineseitaliano

Arianna Lenzi
Il Salone Furietti
italiano

Basma Soliman
Inizio della contrada di Prato ora via XX Settembre e fontana “La Fiascona”, fotografia
Raccolta Gaffuri, album 3, 150
egizianoitaliano

Claudio Breno
Aerofotografia della città di Bergamo, 1924, Fotografo Bresciani, Ponte San Pietro (BG), Società Anonima Airone 
segnatura
italiano

Maida Ziarati
Planimetria della città di Bergamo, 1693, Olio su tela
Palazzo Nuovo, Ufficio Direzione
farsiitaliano

Mayya Hryhorkiv
L’antico schedario della Biblioteca
ucrainoitaliano

Malika Abed
Torre del Galgario, Fotografia
Raccolta Gaffuri, album 3, 84
italiano

Monier Peñuela García
Prospetto della città e borghi di Bergamo visti dalla parte della Fiera verso mattina, Bergamo, Mazzoleni, 1826, acquaforte
Stampe A 8
spagnoloitaliano

Petronila del Carmen Jimenez Sinti
Lavatoio pubblico in San Lorenzo
Raccolta Gaffuri, album 1, 37
spagnoloitaliano

Roxana Niculina Stefania Ivan
Giuseppe Berlendis, Porta San Giacomo in Bergamo vista dalle mura
, acquaforte, 1831 ca. 
Stampe A 146
rumenoitaliano

Viktoriia Kalyna
Bergamo sotto la neve, “La Rivista di Bergamo”, n. 1-2 (gen.-feb. 1926), p. 60 
Sala 23 227/2
ucrainoitaliano

Con il patrocinio e il sostegno di
Comune di Bergamo

con il contributo di
Associazione Amici della Biblioteca Angelo Mai
Fondazione della Comunità Bergamasca
Inner Wheel Club di Bergamo

Ideazione
Commissione Culturale della Biblioteca
Percorso narrativo: Maria Grazia Panigada – Patrimonio di Storie
Cortometraggio: Officina della Comunicazione

biblioteca_mai Nessun commento

Il sogno di una cosa

Pier Paolo Pasolini attraverso i libri
della Biblioteca Civica Angelo Mai

Atrio scamozziano
5 marzo – 4 giugno 2022
Prorogata fino al 30 giugno 2022

Nel centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922 – Roma, 2 novembre 1975) la Biblioteca Civica Angelo Mai propone un percorso espositivo attraverso una selezione di esemplari del proprio patrimonio legati alla vicenda umana, critica e artistica di uno dei più celebri intellettuali del secondo Novecento.

Il ricordo di una voce centrale del panorama culturale italiano dialoga con le opere che nel corso dei decenni sono entrate a far parte della raccolta della Biblioteca. A partire da singoli tasselli librari questa mostra ricostruisce le soluzioni letterarie attraversate dall’autore in veste di poeta, narratore, critico, drammaturgo e cineasta, accomunate da un’indiscussa fedeltà al potere della parola. Nell’atrio scamozziano, a cominciare dalle testimonianze biografiche, l’allestimento si snoda tra le sperimentazioni artistiche di Pasolini, fino a un assaggio della vasta fortuna critica sorta attorno all’autore.

Proseguendo nella Saletta dei ritratti è possibile avvicinarsi al presente, tra le conquiste della filologia e alcune novità promosse in occasione di questo centenario, per constatare la continuità di dialogo con uno scrittore che a quasi cinquanta anni dalla morte non ha esaurito la propria forza attrattiva e, per così dire, la propria missione.

La mostra è liberamente visitabile durante gli orari di apertura della Biblioteca. Sono organizzate visite guidate settimanali o concordate sulla base delle richieste (vedi l’informativa).

Read more

biblioteca_mai Nessun commento

Le metamorfosi di Ovidio

Venerdì 20 maggio 2022, alle ore 18, nell’ambito dell’iniziativa La Biblioteca incontra la città, promossa dal Sistema Bibliotecario Urbano di Bergamo con il sostegno di Fondazione Cariplo – Bando per il libro e la lettura, si terrà nel giardino della Biblioteca Mai la lettura Le metamorfosi di Ovidio, a cura di Pandemonium Teatro. In caso di maltempo l’incontro sarà realizzato nel Salone Furietti.

Vedi tutti gli appuntamenti delle ‘letture ad alta voce’ de La Biblioteca incontra la città, sul sito del Sistema Bibliotecario Urbano di Bergamo, oppure scarica la locandina.

biblioteca_mai Nessun commento

Un’imprenditoria medievale

Mercoledì 18 maggio 2022, alle ore 18, il Salone Furietti ospita la lezione aperta Un’imprenditoria medievale: traffici, lingue e cultura dei mercanti bergamaschi fra Tre e Quattrocento, tenuta dai professori dell’Università di Bergamo Paolo Buffo e Federica Guerini.

L’incontro si inserisce in Bergamo Next Level, iniziativa nata nel 2021 all’interno dell’Università degli studi di Bergamo, in collaborazione con l’Associazione Pro Universitate Bergomensi, per offrire a città e provincia l’occasione di un confronto in ascolto delle richieste provenienti da comunità e territori particolarmente segnati dalla pandemia.

Il progetto, oggi giunto alla  seconda edizione, si impegna a rimettere al centro di una settimana di eventi rivolti al pubblico – dal 12 al 20 maggio – idee e ricerche caratterizzate dall’intento di arginare i segnali di una crisi ambientale, socioculturale ed economica con una rinnovata spinta di rigenerazione che fa proprie intuizioni, analisi, riflessioni e indagini condotte in ottica di sostenibilità e creazione di un bene comune.

Durante la lezione saranno visibili, in una bacheca appositamente allestita, alcuni pezzi significativi  del patrimonio della Biblioteca inerenti il tema trattato.

Scarica la locandina dell’evento e il programma completo di Bergamo Next Level 2022.

biblioteca_mai Nessun commento

Voci dall’antico 2022

Anche quest’anno, a partire da venerdì 8 aprile, la Biblioteca ospita le letture che l’Associazione K’epos propone all’interno della rassegna Voci dall’Antico. In questa XIII edizione, organizzata con il patrocinio del Comune di Bergamo, i docenti Mauro Messi, Luigi Venezia e Paolo Cesaretti presenteranno tre figure di donne ‘all’ombra del potere’ nel mondo antico: Saffo, Aspasia e Teodora.

Gli incontri si svolgeranno nel Salone Furietti, alle ore 18. L’accesso è libero presentando il green pass rafforzato; è richiesta la mascherina FFP2. Il numero di posti disponibili è limitato a 50.

Queste le date e i titoli degli appuntamenti:

  • venerdì 8 Aprile, Mauro Messi, Saffo tra amore e politica
  • venerdì 22 Aprile, Luigi Venezia, Aspasia: il potere nell’ombra
  • venerdì 29 Aprile, Paolo Cesaretti, L’augusta Teodora, sposa di Giustiniano.

Scarica la locandina con il programma.