biblioteca_mai Nessun commento

#maididomenica 2022

Sguardi sul Novecento

Itinerari domenicali tra i tesori della
Biblioteca Civica Angelo Mai

Visite guidate gratuite

Tornano dal 27 febbraio #maididomenica, le visite guidate gratuite alla Biblioteca Civica Angelo Mai offerte al pubblico le ultime domeniche di ogni mese.

Sostenuta dall’Associazione Amici della Biblioteca, che l’ha promossa fin dal 2017, l’iniziativa prevede visite suddivise in due parti: nella prima i Bibliotecari, coadiuvati da Volontari e Soci dell’Associazione Amici, illustrano la storia di Palazzo Nuovo, delle sue ornamentazioni, delle opere d’arte insieme alle vicende della formazione e dello sviluppo della Biblioteca Civica; nella seconda sono offerti in visione diretta, di volta in volta diversi, esemplari rari e di pregio dell’immenso patrimonio librario e documentario conservato dalla Biblioteca.

Due le visite mattutine, della durata di circa un’ora, con partenze alle 10 e alle 11.30. Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@bibliotecamai.org, indicando nome, cognome, recapito telefonico, numero di partecipanti, data e orario prescelto; oppure telefonando allo 035-399430. Sono accettati visitatori aggiuntivi anche non prenotati fino al raggiungimento del numero massimo delle presenze consentite. Per l’accesso restano indispensabili: l’uso della mascherina e il Green pass rafforzato fino a nuove disposizioni governative.

Si inizia domenica 27 febbraio con La pubblicità nei periodici, breve viaggio alla scoperta di alcune tra le migliaia di immagini pubblicitarie presenti all’interno delle riviste conservate in Biblioteca.

Scarica il programma con tutte le date. Qui il pieghevole.

biblioteca_mai Nessun commento

Il sogno di una cosa

Pier Paolo Pasolini attraverso i libri
della Biblioteca Civica Angelo Mai

Atrio scamozziano
5 marzo – 4 giugno 2022

Nel centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922 – Roma, 2 novembre 1975) la Biblioteca Civica Angelo Mai propone un percorso espositivo attraverso una selezione di esemplari del proprio patrimonio legati alla vicenda umana, critica e artistica di uno dei più celebri intellettuali del secondo Novecento.

Il ricordo di una voce centrale del panorama culturale italiano dialoga con le opere che nel corso dei decenni sono entrate a far parte della raccolta della Biblioteca. A partire da singoli tasselli librari questa mostra ricostruisce le soluzioni letterarie attraversate dall’autore in veste di poeta, narratore, critico, drammaturgo e cineasta, accomunate da un’indiscussa fedeltà al potere della parola. Nell’atrio scamozziano, a cominciare dalle testimonianze biografiche, l’allestimento si snoda tra le sperimentazioni artistiche di Pasolini, fino a un assaggio della vasta fortuna critica sorta attorno all’autore.

Proseguendo nella Saletta dei ritratti è possibile avvicinarsi al presente, tra le conquiste della filologia e alcune novità promosse in occasione di questo centenario, per constatare la continuità di dialogo con uno scrittore che a quasi cinquanta anni dalla morte non ha esaurito la propria forza attrattiva e, per così dire, la propria missione.

La mostra è liberamente visitabile durante gli orari di apertura della Biblioteca. Sono organizzate visite guidate settimanali o concordate sulla base delle richieste (vedi l’informativa).

biblioteca_mai Nessun commento

Le metamorfosi di Ovidio

Venerdì 20 maggio 2022, alle ore 18, nell’ambito dell’iniziativa La Biblioteca incontra la città, promossa dal Sistema Bibliotecario Urbano di Bergamo con il sostegno di Fondazione Cariplo – Bando per il libro e la lettura, si terrà nel giardino della Biblioteca Mai la lettura Le metamorfosi di Ovidio, a cura di Pandemonium Teatro. In caso di maltempo l’incontro sarà realizzato nel Salone Furietti.

Vedi tutti gli appuntamenti delle ‘letture ad alta voce’ de La Biblioteca incontra la città, sul sito del Sistema Bibliotecario Urbano di Bergamo, oppure scarica la locandina.

biblioteca_mai Nessun commento

Un’imprenditoria medievale

Mercoledì 18 maggio 2022, alle ore 18, il Salone Furietti ospita la lezione aperta Un’imprenditoria medievale: traffici, lingue e cultura dei mercanti bergamaschi fra Tre e Quattrocento, tenuta dai professori dell’Università di Bergamo Paolo Buffo e Federica Guerini.

L’incontro si inserisce in Bergamo Next Level, iniziativa nata nel 2021 all’interno dell’Università degli studi di Bergamo, in collaborazione con l’Associazione Pro Universitate Bergomensi, per offrire a città e provincia l’occasione di un confronto in ascolto delle richieste provenienti da comunità e territori particolarmente segnati dalla pandemia.

Il progetto, oggi giunto alla  seconda edizione, si impegna a rimettere al centro di una settimana di eventi rivolti al pubblico – dal 12 al 20 maggio – idee e ricerche caratterizzate dall’intento di arginare i segnali di una crisi ambientale, socioculturale ed economica con una rinnovata spinta di rigenerazione che fa proprie intuizioni, analisi, riflessioni e indagini condotte in ottica di sostenibilità e creazione di un bene comune.

Durante la lezione saranno visibili, in una bacheca appositamente allestita, alcuni pezzi significativi  del patrimonio della Biblioteca inerenti il tema trattato.

Scarica la locandina dell’evento e il programma completo di Bergamo Next Level 2022.

biblioteca_mai Nessun commento

Voci dall’antico 2022

Anche quest’anno, a partire da venerdì 8 aprile, la Biblioteca ospita le letture che l’Associazione K’epos propone all’interno della rassegna Voci dall’Antico. In questa XIII edizione, organizzata con il patrocinio del Comune di Bergamo, i docenti Mauro Messi, Luigi Venezia e Paolo Cesaretti presenteranno tre figure di donne ‘all’ombra del potere’ nel mondo antico: Saffo, Aspasia e Teodora.

Gli incontri si svolgeranno nel Salone Furietti, alle ore 18. L’accesso è libero presentando il green pass rafforzato; è richiesta la mascherina FFP2. Il numero di posti disponibili è limitato a 50.

Queste le date e i titoli degli appuntamenti:

  • venerdì 8 Aprile, Mauro Messi, Saffo tra amore e politica
  • venerdì 22 Aprile, Luigi Venezia, Aspasia: il potere nell’ombra
  • venerdì 29 Aprile, Paolo Cesaretti, L’augusta Teodora, sposa di Giustiniano.

Scarica la locandina con il programma.

biblioteca_mai Nessun commento

Presentazione del libro Sandro Angelini

La Biblioteca Angelo Mai e il Museo delle Storie di Bergamo propongono – venerdì primo aprile 2022, alle ore 18, presso il Salone Furietti della Biblioteca – la presentazione del libro Sandro Angelini. Architetto in Bergamo e conservatore internazionale nel secondo Novecento, di Sandro Scarrocchia, edito da Mimesis.

Insieme all’autore, docente di Storia dell’Arte al Politecnico di Milano, intervengono Chiara Dezzi Bardeschi, professoressa di Restauro archeologico del Politecnico di Milano e consulente UNESCO, e Carlo Simoncini, autore di «Quell’uom di multiforme ingegno». Vita di Sandro Angelini. Coordina Marco Biraghi, professore Ordinario di Storia dell’architettura del Politecnico di Milano. Presenziano Maria Elisabetta Manca, responsabile della Biblioteca, e Roberta Frigeni, direttrice del Museo.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. L’incontro è anche trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube della Biblioteca.

Scarica la locandina-invito con informazioni aggiuntive sul volume e sull’autore.

biblioteca_mai Nessun commento

L’invenzione della ‘razza’ e la Shoah

Dall’errore alla menzogna

Atrio scamozziano
29 gennaio – 28 febbraio 2022

Prendendo spunto dalla celebrazione del Giorno della Memoria 2022, la Biblioteca Mai propone una breve esposizione di opere legate al concetto di ‘razza’ e alla sua evoluzione storica, dall’originario errore che ha indotto la scienza alla suddivisione dell’homo sapiens in sottoscpecie, fino alla menzogna propagandistica tragicamente sviluppatasi nel Novecento e ancora non del tutto estinta. Accompagna l’esposizione una rassegna di alcune opere sul tema della Shoah acquisite dalla Biblioteca negli ultimi due anni.

La mostra è visitabile durante gli orari di apertura della Biblioteca. Prossimamente disponibili sul sito il catalogo e la bibliografica delle opere esposte.

Read more

biblioteca_mai Nessun commento

Giorno della Memoria 2022

Il 27 gennaio è stato proclamato, per legge della Repubblica Italiana, Giorno della Memoria, con lo scopo di ricordare il giorno in cui, nel 1945, il campo di Auschwitz si mostrò agli occhi del mondo, con il suo carico di orrori e violenza.
L’Amministrazione comunale di Bergamo celebra ogni anno la ricorrenza perché fare memoria, ricordare e riflettere sulla nostra storia più recente e le sue ricadute sulla comunità è parte del comune impegno civile.

Giovedì 27, dalle ore 16.30, anche la Biblioteca Mai partecipa all’iniziativa con la proposta L’invenzione della ‘razza’ e la Shoah: nell’Atrio scamozziano saranno eseguiti dal vivo brani musicali espressione della cultura ebraica, a cura del Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo, alternati a letture, realizzate dal Centro Universitario Teatrale CUT Bergamo, tratte da opere conservate in Biblioteca inerenti il tema della Shoah e che testimoniano il ruolo del concetto di ‘razza’, utilizzato senza fondamenti scientifici a scopi propagandistici. A corredo dell’iniziativa, esposizione bibliografica delle opere sull’argomento acquisite dalla Biblioteca negli ultimi due anni.

Per assistere all’evento, che si svolge durante il normale orario di apertura della Biblioteca, è necessaria la prenotazione (inviare richiesta a info@bibliotecamai.org).
Per l’accesso all’Atrio è richiesta la certificazione verde ‘rafforzata‘ e un documento di identità.

Scarica il pieghevole con tutte le iniziative comunali.

biblioteca_mai Nessun commento

#maididomenica 250 anni

Domenica 12 dicembre 2021 la Biblioteca apre nuovamente le porte ai visitatori con l’ultimo incontro dell’anno: un #maididomenica straordinario, un Open Day promosso dall’Associazione Amici della Biblioteca e curato dal personale interno con la collaborazione dei volontari in Servizio civile.

Il titolo, #maididomenica 250 anni, si riferisce alla storia della Biblioteca Civica di Bergamo che nel 1771 fu dotata di un regolamento, di un catalogo e, poco dopo, della nomina di un bibliotecario.

Con partenze alle 9.15, 11.15, 14.45, 16.45, le visite consentiranno non solo di conoscere le sale storiche della Biblioteca (Salone Furietti, Sala tassiana, Sala periodici, Sala del cancelliere), ma anche di ammirare alcuni tra i pezzi più preziosi e significativi che la Biblioteca conserva, prelevati dai depositi appositamente in questa occasione per consentirne la pubblica visione.

Ciascun gruppo avrà inoltre l’opportunità unica di assistere all’esecuzione di quattro composizioni per pianoforte di Gaetano Donizetti, suonate a quattro mani sull’ottocentesco pianoforte Playel del Salone Furietti dal duo pianistico Davide e Daniele Trivella, riconosciuto a livello internazionale per l’eccellenza delle performance.

L’evento, che cade in concomitanza con le iniziative curate dall’Assessorato al Comune di Bergamo per la ricorrenza di Santa Lucia, dedica un angolo anche ai bambini, con un ‘dolce’ dono offerto a loro e ai familiari, unitamente alla rara visione di un documento straordinario: la delicata raffigurazione della Santa nella miniatura di un Antifonario del secolo XV.

Per partecipare è necessario prenotare scrivendo all’indirizzo info@bibliotecamai.org, indicando nome e cognome, numero di posti prenotati e numero di telefono.

Per accedere all’evento è richiesto il certificato verde ‘rafforzato’ (‘Super Green Pass’) accompagnato da un documento di identità valido.

biblioteca_mai Nessun commento

Giornata tassiana 2021

Venerdì 26 novembre, dalle ore 16.00, si svolge in Biblioteca la tradizionale Giornata tassiana, organizzata dal Centro di Studi Tassiani di Bergamo.

L’appuntamento è quest’anno dedicato alla presentazione degli studi sinora condotti sul Codice Baruffaldi, uno dei più preziosi manoscritti tassiani, tutelato dal Ministero sin dal 1964, contenente i testi della Gerusalemme liberata e dell’Aminta, affidato in comodato per 99 anni rinnovabili alla Biblioteca Mai dalla famiglia Borletti, proprietaria del prezioso documento.

Alla cerimonia di consegna di una targa di ringraziamento alla Signora Ilaria Borletti Buitoni saranno presenti il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, l’Assessore alla Cultura, Nadia Ghisalberti, il Presidente del Centro di Studi Tassiani, Luca Bani e la Direttrice della Biblioteca, Maria Elisabetta Manca.

A seguire, gli interventi sul Codice da parte di Marzia Pontone, Biblioteca Universitaria di Pavia; Cristina Cappelletti, Università degli Studi di Bergamo – Centro di Studi Tassiani; Massimo Castellozzi, IULM – Centro di Studi Tassiani.

Concluderà la Giornata la proclamazione e assegnazione del Premio Tasso 2021 a Federica Alziati di Lugano, per un saggio dal titolo «Fra ’l poeta e il dialettico»: Tasso dialogista e il modello del «Fedro» platonico.

La Giornata potrà essere seguita in modalità telematica collegandosi all’indirizzo: http://meet.google.com/kpt-zybt-fja.

Scarica il programma completo.