biblioteca_mai Nessun commento

#maididomenica giugno 2022

Sguardi sul Novecento

Itinerari domenicali tra i tesori della
Biblioteca Civica Angelo Mai

Visite guidate gratuite

Domenica 26 giugno 2022 appuntamento con #maididomenica, le visite guidate gratuite alla Biblioteca Civica Angelo Mai offerte al pubblico le ultime domeniche di ogni mese.

Con il sostegno dell’Associazione Amici della Biblioteca, l’incontro Angelo Pinetti e l’Inventario degli oggetti d’arte inizia con l’illustrazione della storia di Palazzo Nuovo, delle sue ornamentazioni e delle sue opere d’arte, nonché delle vicende della formazione e dello sviluppo della Biblioteca Civica; quindi i Bibliotecari, coadiuvati da Volontari e Soci dell’Associazione Amici, si soffermeranno in particolare sulla figura di Angelo Pinetti, sulla sua attività di ricognizione degli oggetti d’arte nella provincia bergamasca, i cui esiti sono la pubblicazione del primo volume dell’Inventario – dedicato al nostro territorio – e sul suo archivio personale, in parte conservato in Biblioteca.

Due le visite mattutine, della durata di circa un’ora, con partenze alle 10 e alle 11.30. Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@bibliotecamai.org, indicando nome, cognome, recapito telefonico, numero di partecipanti e orario prescelto; oppure telefonando allo 035-399430. Sono accettati visitatori aggiuntivi anche non prenotati fino al raggiungimento del numero massimo delle presenze consentite. Per l’intera durata della visita è raccomandato l’uso della mascherina.

Scarica il pieghevole con tutte le date.

biblioteca_mai Nessun commento

Prorogata la mostra Il Sogno di una cosa

E’ prorogata fino al 30 giugno 2022 la mostra Il Sogno di una cosa. Pier Paolo Pasolini attraverso i libri della Biblioteca Civica Angelo Mai, allestita nell’Atrio scamozziano il 5 marzo scorso per celebrare il centenario della nascita di uno dei più celebri intellettuali italiani del secondo Novecento.

I testi della mostra e la bibliografia sono pubblicati sul sito della Biblioteca e in un opuscolo distribuito in sede. Le visite guidate organizzate tutti i venerdì pomeriggio, alle ore 16.30, proseguono quindi per tutto il mese di giugno.

biblioteca_mai Nessun commento

Visite guidate alla mostra Il Sogno di una cosa

La Biblioteca organizza visite guidate alla mostra Il Sogno di una cosa. Pier Paolo Pasolini attraverso i libri della Biblioteca Civica Angelo Mai, allestita nell’Atrio scamozziano fino al 4 giugno 2022 per celebrare il centenario della nascita di uno dei più celebri intellettuali italiani del secondo Novecento.

Tutti i venerdì pomeriggio, alle ore 16.30, un Bibliotecario o un Volontario del Servizio Civile guideranno i visitatori attraverso la mostra, illustrando le ragioni delle scelte espositive e fornendo utili informazioni per una lettura circostanziata del percorso. Disponibile in sede anche un opuscolo con gli apparati della mostra e una ricca bibliografia.

La prenotazione è caldamente consigliata: scrivere a info@bibliotecamai.org, fornendo nominativo, contatto (telefono o email), data prescelta. Saranno accettati visitatori aggiuntivi, anche non prenotati, fino al raggiungimento del numero massimo delle presenze consentite.

Le scuole di ogni ordine e grado che desiderassero usufruire di visite specifiche, potranno concordare tempi e modalità scrivendo al Responsabile dell’attività didattica della Biblioteca: marcello.eynard@comune.bergamo.it.

biblioteca_mai Nessun commento

#maididomenica maggio 2022

Sguardi sul Novecento

Itinerari domenicali tra i tesori della
Biblioteca Civica Angelo Mai

Visite guidate gratuite

Next Sunday, on the 29th of May, as part of #Maididomenica looks in the Twentieth century guided visits, our library organizes a free tour in English language, at 10.00 and at 11.30 a.m. to Furietti Hall and the Tassiana room, with the two wonderful globes realized by Vincenzo Coronelli. Here, for the occasion, our staff will show you some of the most precious pieces preserved in our library: manuscripts, ancient printed books and illustrated magazines.

An opportunity of knowledge and meeting for tourists coming from foreign countries who, once again, are crowding our town.

The tour lasts about one hour and the maximum number of visitors are 20. Additional participants will be permitted up to the number of places allowed. Reservation is recommended, please write to info@bibliotecamai.org or call the number +39 035-399430.

Please note the obligation to wear a face mask during the entire stay.


Domenica 29 maggio, nell’ambito delle ormai consolidate visite guidate che quest’anno sono intitolate #maididomenica. Sguardi sul Novecento, verranno offerte due visite in lingua inglese, alle 10.00 e alle 11.30, destinate non solo al pubblico straniero ma anche a quello italiano interessato a sperimentare la propria conoscenza dell’inglese.

I visitatori saranno accompagnati nell’Atrio scamozziano, nel Salone Furietti e nella Sala Tassiana. Con l’occasione verranno mostrati alcuni volumi manoscritti e a stampa particolarmente rari e preziosi. Una sezione sarà dedicata ad alcuni esempi di riviste illustrate in lingua inglese dei primi del Novecento, selezionate dalla ricca collezione di periodici presente in Biblioteca.

Un’opportunità di conoscenza e di incontro offerta anche ai turisti provenienti dall’estero, che nuovamente affollano numerosi la nostra città. Il percorso durerà all’incirca un’ora ed è riservato ad un massimo di venti persone.

È consigliata la prenotazione scrivendo a info@bibliotecamai.org o chiamando il numero +39 035-399430 negli orari di apertura della biblioteca.

Si ricorda l’obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata dell’incontro.

biblioteca_mai Nessun commento

Esiti del Bando Fondo per la cultura 2021

La Biblioteca Angelo Mai ha partecipato, nell’agosto 2021, al bando Fondo per la cultura, Avviso pubblico finalizzato a sostenere investimenti e altri interventi per la tutela, la conservazione, il restauro, la fruizione, la valorizzazione e la digitalizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale, istituito dall’articolo 184 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77.

Dopo un primo esito parzialmente positivo (il progetto presentato, dal titolo Bergamo: storiainComune. Progetto di digitalizzazione della documentazione storica e fondativa del Comune di Bergamo, dall’VIII al XX secolo, è stato dichiarato idoneo ma non finanziabile per esaurimento risorse) il Ministero della cultura ha comunicato in questi giorni al Comune di Bergamo che, a seguito dello scorrimento della graduatoria, il progetto è stato riammesso al finanziamento.

Nell’arco dei prossimi 24 mesi, la Biblioteca potrà pertanto procedere alla digitalizzazione della documentazione storica e fondativa del Comune di Bergamo: diplomi imperiali, statuti della Città, Atti del Consiglio comunale (dall’età veneta al primo Novecento) conservata nell’Archivio storico comunale e nella collezione di pergamene, e alla successiva pubblicazione su piattaforma web per la libera consultazione da parte di tutti i cittadini.

 

biblioteca_mai Nessun commento

Mascherine in Biblioteca

In linea con quanto indicato dal Ministero della Salute, dal 1° maggio 2022 fino alla data di entrata in vigore della Legge di conversione del Decreto-legge n.24 del 24 marzo 2022 e comunque non oltre il 15 giugno 2022, all’interno della Biblioteca si «raccomanda fortemente» di:

  • indossare la mascherina chirurgica
  • mantenere una distanza di sicurezza dagli addetti e dagli altri utenti
  • igienizzare le mani con l’apposito gel prima di entrare in contatto con libri e oggetti presenti in Biblioteca.

Resta obbligatorio l’utilizzo della mascherina FFP2 in occasione di iniziative pubbliche che si svolgono al chiuso: conferenze, concerti, attività didattiche, visite guidate.

biblioteca_mai Nessun commento

Epistolografia e circolazione dei saperi in età moderna

Giovedì 5 e venerdì 6 maggio 2022, presso l’Università degli Studi di Bergamo, si svolge il Convegno Internazionale Epistolografia e circolazione dei saperi in età moderna (Sharing Knowledge in the Early Modern Age: Epistolary Networks).

Partecipano: Clizia Carminati (Bergamo), Paolo Fabbri (Ferrara), Franco Giudice (Bergamo), Harald Hendrix (Utrecht), Howard Hotson (Oxford), Mario Infelise (Venezia Ca’ Foscari), Dirk van Miert (Utrecht), Paola Moreno (Liège), Maria Pia Paoli (Pisa Scuola Normale Superiore), Sabina Pavone (Macerata), Chiara Petrolini (Wien), Paolo Procaccioli (Tuscia, PI del PRIN 2015 Repertorio epistolare del Cinquecento), Salvatore Ricciardo (Bergamo), Francesco Senatore (Napoli Federico II), Gianluca Valenti (Liège), Corrado Viola (Verona, presidente del CRES), Thomas Wallnig (Wien).
Organizzazione di Clizia Carminati, Marianna Liguori, Elisabetta Olivadese.

L’iniziativa è realizzata nel quadro dei PRIN 2015 Repertorio epistolare del Cinquecento e 2017 Mecenatismo, lettere e arti, 1590-1620.

Il convegno può essere seguito anche in modalità duale tramite i link all’evento e QR Code pubblicati nel programma, qui scaricabile.

biblioteca_mai Nessun commento

La Lucia di Lammermoor a New York

La partitura autografa della Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, custodita dalla Biblioteca Civica (Cassaforte 1 6), è in mostra, dal 21 aprile al 21 maggio 2022, all’Istituto Italiano di Cultura di New York in occasione della nuova produzione dell’opera donizettiana, in scena dal 23 aprile al Metropolitan Opera con la direzione di Riccardo Frizza.

Il prezioso manoscritto di Donizetti, acquisito dalla città di Bergamo grazie a una donazione del 1985 della famiglia Perolari, è al suo primo prestito internazionale. Composto da 181 fogli rilegati in un volume di 370×270 mm, è collocato all’interno di una speciale bacheca climatizzata nella sede dell’IIC-NY, in 686 Park Avenue.

La tavola rotonda inaugurale dell’esposizione può essere seguita, a partire dalle 19 del 22 aprile, ora italiana, a questo link. Interventi di Fabio Finotti, direttore dell’IIC di New York, Gabriele Dotto, curatore della nuova edizione critica della Lucia per Ricordi, Riccardo Frizza, direttore musicale dell’allestimento, Francesco Micheli, direttore artistico del Donizetti Opera di Bergamo e Aranzazu Escudero de Zuloaga, Chairman/President degli American Friends of the Donizetti Opera Festival.

La Lucia di Lammermoor, andata in scena per la prima volta al Teatro San Carlo di Napoli nel 1835, è certamente, con L’elisir d’amore, la più celebre opera di Gaetano Donizetti e la più rappresentata al mondo.

Per approfondimenti, visita Stanze italiane, il Museo virtuale dell’Istituto Italiano di Cultura di New York, e la sua pagina dedicata alla Biblioteca Angelo Mai.

biblioteca_mai Nessun commento

Migrazione dati del Servizio Bibliotecario Nazionale

A partire da venerdì 22 aprile e fino all’8 maggio 2022, in concomitanza con la migrazione di alcuni dati informatici, attualmente gestiti da Regione Lombardia, verso le piattaforme dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche, potranno verificarsi alcune disfunzionalità nell’erogazione del servizio di prestito.

In particolare, in tale periodo:

  • l’OPAC SBN regionale sarà regolarmente attivo, ma le informazioni circa la disponibilità dei volumi resterà congelata al 21 aprile
  • la registrazione dei prestiti potrà richiedere il rilascio delle informazioni personali di iscrizione anche da parte degli utenti già iscritti, se non conosciuti dall’addetto al prestito
  • non saranno concesse proroghe ai prestiti.

Lunedì 9 maggio tutti i servizi saranno regolarmente ripristinati.

biblioteca_mai Nessun commento

25 aprile 2022

Il 25 aprile è la festa nazionale della Repubblica Italiana che si celebra per commemorare la liberazione dell’Italia dal nazifascismo, la fine dell’occupazione nazista, e la definitiva caduta del regime fascista.

E’ stata istituita il 22 aprile 1946 quando, su proposta del presidente del Consiglio Alcide De Gasperi, Umberto II, allora principe e luogotenente del Regno d’Italia, emanò il decreto legislativo luogotenenziale n. 185 che all’art. 1 recitava

«A celebrazione della totale liberazione del territorio italiano,
il 25 aprile 1946 è dichiarato festa nazionale.»

Nell’Archivio storico comunale conservato in Biblioteca, nella Sezione Post Unitaria, busta 473 fascicolo 18, è presente la documentazione relativa alle celebrazioni del 25 aprile 1949.

Programma per la consegna in forma solenne della Medaglia d’Oro al V.M. (alla memoria) alla madre del Ten. Col. Guido Rampini, Caduto della Liberazione

Il successivo 27 maggio 1949 la legge 260 (“Disposizioni in materia di ricorrenze festive”) istituzionalizza stabilmente il 25 aprile, anniversario della liberazione, quale festa nazionale della Repubblica Italiana, nata il 2 giugno 1946.